La Pancia Brontola !

la pancia brontola Può capitare di sentir “brontolare” la propria pancia.
Innanzitutto, lo stomaco non c’entra; bisogna guardare più in basso dove albergano l’intestino tenue ed il colon.
Quali sono le cause del brontolio?

  • Contrazioni della parete intestinale.
  • Presenza di liquidi nell’intestino.
  • Presenza di gas nell’intestino.

Il cibo che mangiamo ed i liquidi che beviamo nell’intestino si mescolano con le secrezioni prodotte dall’apparato digerente. Per digerire quello che mangiamo, ogni giorno sono necessari circa 10 litri di fluidi, ricchi di enzimi digestivi.
Gli enzimi sono sostanze naturali, prodotte dal nostro apparato digerente, che rompono il cibo, lo riducono a piccole particelle, che poi possono essere assorbite all’interno dell’intestino tenue come nutrienti.

Quando siamo svegli, il nostro intestino si muove ritmicamente, alternando lente e ritmiche contrazioni seguite da rilasciamenti, per mescolare il cibo ingerito con i fluidi e le secrezioni intestinali.

È molto importante distinguere il rumore dei movimenti dovuti ai fluidi e ai gas normalmente presenti, da altri tipi di gas che possono esserci nell’intestino come avviene nelle eruttazioni e nei venti o flatulenze.
Questi ultimi possono manifestarsi contemporaneamente ai brontolii intestinali, ma non sono dovuti alle stesse cause.

I gas sono sempre presenti nell’intestino. Essi sono dovuti sia all’aria deglutita, sia alla produzione ed emissione di gas dall’intestino; essi sono l’idrogeno, l’anidride carbonica e altri gas prodotti dalla fermentazione batterica di cibo, è arrivato nell’intestino non completamente digerito.

La fermentazione è un processo chimico nel quale i batteri intestinali spezzano e frammentano sostanze come lo zucchero ed altri carboidrati a catena corta per renderli assorbibili, producendo al contempo dei gas.

L’intestino che brontola è un segnale di malattia?

I rumori che provengono dalle nostre budella, se non sono accompagnati da altri sintomi, sono da considerarsi un evento normale.
Non c’è nessun pericolo che possano essere un problema medico, tuttavia in particolari situazioni, rumori intestinali eccessivi o all’opposto completamente assenti, possono destare preoccupazione.

Rumori intestinali eccessivi.
FruttosioQuesta situazione è considerata anormale quando i rumori intestinali sono particolarmente forti o si manifestano troppo spesso.

Questo evento si manifesta tipicamente in corso di diarrea.
Nella diarrea i movimenti dei muscoli, dei liquidi e dei gas intestinali aumentano.
tali movimenti fanno sì che il rumore causato dalle feci acquose che sguazzano attraverso l’intestino sia più intenso.

Alcuni tipi di malassorbimento intestinale possono essere causa di forti rumori di pancia.
Il malassorbimento si verifica quando i nutrienti ingeriti non vengono assorbiti completamente dall’intestino. Tipico esempio sono i rumori ed il gas dovuti all’intolleranza al lattosio.

In questa sindrome, nell’intestino tenue vi è una ridotta quantità di enzimi (in particolare la lattasi) necessari a digerire lo zucchero del latte (lattosio), il quale arriva nel colon intatto, cioè non diviso in glucosio e galattosio. In questa sede i batteri presenti fermentano il lattosio.

La fermentazione libera nell’intestino idrogeno e altri gas.

Pertanto tutte le condizioni che determinano i rumori addominali vengono aumentate: contrazione dei muscoli dell’intestino e aumento della presenza di liquidi e gas al suo interno.
Ciò causa un eccesso di rumori e brontolii intestinali.
Eventi questi tipici nella celiachia.

la pancia brontola 3

Rumori intestinali eccessivi, possono verificarsi quando ci sia un’ostruzione del tubo digerente.
Questa condizione può essere un blocco che si sia creato in modo improvviso, oppure un blocco parziale dell’intestino.
In questo caso siamo di fronte ad una situazione molto seria, che richiede una particolare attenzione del medico.
L’ostruzione è una condizione di emergenza.
Essa determina un aumento delle contrazioni intestinali al fine di far transitare solidi, liquidi e gas attraverso la strettoia che si è creata nel tubo digerente.
Oltre al notevole aumento dei rumori intestinali il soggetto soffre anche di altri sintomi in diversa misura e variabili da soggetto a soggetto.

  • Forte dolore addominale, che può essere sordo o acuto (tagliente), percepito nello stomaco o nell’intestino.la pancia brontola 4
  • Nausea forte fino al vomito.
  • Vomito abbondante e ricorrente.
  • Stitichezza intensa ed improvvisa.
  • Impossibilità di espellere gas dall’ano.

Senso generale di malessere e sofferenza

Rumori intestinali assenti.

Se l’intestino durante il sonno e in certi periodi del giorno è quieto e silenzioso, questo silenzio non deve durare a lungo.
Il silenzio totale dell’intestino durante un attacco di dolore addominale acuto potrebbe essere un segnale di allarme per una situazione di emergenza.
In questo caso è consigliabile recarsi subito al Pronto Soccorso dell’ospedale più vicino, in quanto potrebbe essere necessario un intervento chirurgico d’urgenza.

Tipici esempi di questa situazione sono la fase tardiva di una ostruzione intestinale o una perforazione intestinale.
Va sempre ricordato che dopo una chirurgia addominale l’intestino si ferma e che la ripresa dei rumori addominali è un buon segno di avvio verso la guarigione.

Suggerimenti

L’ingestione eccessiva di alcuni zuccheri può essere alla base del brontolio della pancia.

Si provi a ridurre nella dieta la quantità di fruttosio e di sorbitolo.

la pancia brontola 6

  • Il fruttosio è presente in natura nella frutta, nelle cipolle, carciofi, pere e frumento. Esso è inoltre utilizzato come dolcificante in alcune bevande analcoliche e succhi di frutta.
  • Il sorbitolo si trova anch’esso in natura nella frutta, come le mele, pere, pesche e prugne. Esso è pure utilizzato come dolcificante artificiale in molti cibi dietetici e caramelle e dolcetti cosiddetti “senza zucchero”.

Che altro fare per la pancia che brontola?

Non esiste una cura specifica per eliminare il movimento rumoroso dei fluidi e del gas nell’intestino.
Brontolii più intensi possono udirsi durante i cambiamenti delle funzioni intestinali.
Situazioni frequenti che causano questo problema sono due: la Dispepsia e la Sindrome dell’Intestino Irritabile.

La Dispepsia è una condizione caratterizzata da indigestione e senso di malessere localizzato nella parte alta della pancia.

la pancia brontola 5La Sindrome dell’Intestino Irritabile è una condizione molto frequente in cui si sommano dolore addominale e cambiamenti nello svuotamento intestinale come la stitichezza e/o la diarrea.
In caso di accertato malassorbimento, come nell’intolleranza al lattosio, sono sufficienti alcuni cambiamenti nella dieta.
Può essere utile ridurre l’ingestione di fruttosio e di sorbitolo.

Questi dolcificanti artificiali sono più utilizzati di quanto si pensi. E’ utile controllare bene la composizione delle gomme da masticare, caramelle, dolcetti e marmellate.
Ingerire in eccessiva quantità queste due sostanze, può provocare diarrea, flatulenza, e importanti rumori intestinali.

In conclusione, la pancia che brontola è un fatto normale.
Se invece questo interferisce con lo stato di benessere e non ci si sente in forma, è opportuno rivolgersi ad un medico specialista in gastroenterologia

A cura del Prof. Giancarlo Caletti, Socio dell’International Foundation for Functional Gastrointestinal Disorders (IFFGD), Milwaukee, USA.

Per una visita specialistica ambulatoriale visita la pagina:  Progetto I disturbi funzionali gastrointestinali

5Xmille EUS Club

Per sostenere il Club con il 5 per mille è sufficiente indicare il Codice Fiscale 91223980375

Prenotazione visita specialistica

Casa di Cura Madre Fortunata Toniolo
Via Toscana, 34 - 40141 BO
Tel. +39 051-62 221 11 - 2 (Segreteria Endoscopia Digestiva).

Centro San Pellegrino Polo Specialistico
Via Del Novecento 17 - 61122 Pesaro PU 
Tel: 0721 456310 Tel: 0721 415898

© 2012 Gastroenterologiaunibo.it | credit: Projectweb.cloud