Prof. Giancarlo Caletti - Attività Scientifica ed Assistenziale

Il Prof. Giancarlo Caletti,

Si è dedicato allo sviluppo dell'endoscopia digestiva, eseguendo fra i primi in Italia la Colangio-Pancreatografia Retrograda per via Endoscopica, metodica allora (1973) considerata rivoluzionaria per la diagnostica delle affezioni bilio-pancreatiche.
Negli stessi anni il suo gruppo di lavoro ha contribuito in modo significativo allo sviluppo della ecotomografia transaddominale in patologia digestiva facendone apprezzare il ruolo fondamentale in questo settore.

È stato il primo in Italia ad eseguire la Papillo Sfinterotomia per via Endoscopica (novembre 1974), metodica tuttora considerata validissima nel trattamento della litiasi e dei tumori delle vie biliari extra-epatiche e di alcune affezioni pancreatiche, ed ha apportato alcune modifiche personali alla tecnica riconosciute molto utili dalla comunità endoscopica internazionale.



All'inizio degli anni 80,  il suo interesse si è diretto allo studio della terapia endoscopica dell'ipertensione portale e delle sue complicanze. Acquisizioni rilevanti si sono avute nello studio epidemiologico del sanguinamento da varici esofagee, nella valutazioni di nuovi farmaci per il trattamento medico delle stesse (terlipressina), nonché la messa a punto della Scleroterapia Endoscopica e della Legatura Elastica delle varici esofagee.
Sempre in questi anni il suo gruppo di lavoro otteneva importanti risultati individuando un particolare segno endoscopico utilissimo a diagnosticare la malattia celiaca in soggetti asintomatici. Questa importante osservazione è stata pubblicata sul New Englad Journal of Medicine ed è tuttora considerata fondamentale per la diagnosi di questa malattia.

Nel 1981, veniva prescelto da un multinazionale giapponese per far parte con soli altri 4 centri nel mondo di un gruppo di lavoro che sperimentasse un nuovo strumento endoscopico che assembla il normale gastroscopio con una sonda ecografica ad alta frequenza: "l'ecografo endoscopico". Attualmente questa metodica ha assunto notevole importanza clinica, tanto da essere divenuta una sottodisciplina dell’endoscopia digestiva, ed è universalmente considerata una delle attività più prestigiose in questo campo.
I risultati pratici e scientifici in questo settore sono stati rilevanti, infatti questa strumentazione si è dimostrata insostituibile per la diagnosi e la stadiazione di numerosi tumori dell'apparato digerente L’attività di ricerca clinica in questo settore ha prodotto numerosissime pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali di elevato impact factor. Per tutti questi motivi l’Unità di Endoscopia del Servizio di Gastroenterologia dell'Università di Bologna nell'Ospedale di castel S. Pietro Terme è considerata centro di riferimento nazionale.

Negli anni '90 il campo di studi è stato quello del linfoma gastrico primitivo. In collaborazione con i colleghi ematologi, il Prof. Caletti ha costituito il Gruppo Italiano di Studio del Linfoma Gastrico e nella struttura affidatagli confluiscono pazienti da numerose città italiane per essere sottoposti ad una accurata stadiazione e per intraprendere un moderno trattamento non chirurgico di questa malattia oggi considerata curabile in un’alta percentuale dei casi.

Il Prof. Caletti coordina un gruppo di lavoro che è molto attivo in diversi campi di ricerca:
a) sviluppo e diffusione di nuove tecniche endoscopiche;
b) clinica e complicanze dell’infezione da Helicobacter pylori ;
c) diagnosi, stadiazione e trattamento del linfoma MALT gastrico;
d) Da circa 10 anni si è dedicato attivamente alla diagnosi e cura delle malaltie funzionali in gastroenterologia. Si è recato ogni anno negli USA per partecipare all Digestive Disease Week. Negli anni 2011 e 2013 ha soggiornato presso l'International Foundation for Functional Gastrointestinal Disorders, Università del Wisconsin, Milwaukee.
Da questi soggiorni ha tratto importantissimi aggiornamenti sulle più moderne terapie per i Disturbi Funzionali Gastrointestinali ed in particolare per il Colon irritabile, la Dispepsia (cattiva digestione), Stitichezza cronica, Diarrea cronica e altre patologie elencate in questo sito (apri: COSA FACCIAMO> percorsi Diagnostici).  

Il Prof. Caletti è membro delle seguenti società scientifiche:
1) Società Italiana di Gastroenterologia;
2) American Society for Gastrointestinal Endoscopy;
3) American Gastroenterological Association.
4) International Foundation for Functional Gastrointestinal Disorders.

Dal gennaio 1995 è membro dell’editorial board della rivista scientifica Endoscopy.
Dal gennaio 1996 è membro dell’editorial board della rivista scientifica Gastrointestinal Endoscopy.
Dall'aprile 2009 al marzo 2013 è stato membro del Consiglio Direttivo Nazionale della Società Italiana di Gastroenterologia.

5xMILLE

5PERMILLE
E' possibile contribuire con il vostro 5 per mille alla ricerca scientifica in Gastroenterologia, indicando nell'apposito modulo il Club Italiano di Ecoendoscopia CF 91223980375

Newsletter

Registrati alla newsletter periodica di Gastroenterologiaunibo.it

Privacy e Termini di Utilizzo