Prof. Giancarlo Caletti: La Stitichezza o Stipsi

Libera traduzione e adattamento della pubblicazione AGA 2015: “understanding constipation”


dom risp stipsiiINTRODUZIONE

La frequenza delle evacuazioni intestinali fra le persona sane varia notevolmente: da tre evacuazioni al giorno a tre alla settimana.
Di norma le feci vengono espulse senza sforzo, senza fastidio e senza eccessiva tensione addominale.

Per stitichezza o stipsi quindi si intende un numero ridotto di evacuazioni o la difficoltà ad espellere le feci.

Leggi tutto

Sindrome dell'intestino irritabile

La “Sindrome dell’Intestino Irritabile” (IBS), ovvero la “colite”

Circa il 10-15% della popolazione adulta di tutto il mondo è affetta da sindrome dell’intestino irritabile o IBS (dall’inglese Irritable Bowel Syndrome), in Italia chiamata da sempre, ma impropriamente “colite”.

La sindrome dell’intestino irritabile non è associata ad un aumentato rischio di malattie gravi o mortali, ma è associata ad un aumentato carico assistenziale-sanitario con risvolti economici non trascurabili.

Leggi tutto

Rischio di Cancro in seguito al consumo di carne

Organizzazione Mondiale della Sanità
IARC (Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro)

 

dom risp carneiDomande e Risposte sul rischio di Cancro in seguito al consumo di carne rossa e di carne lavorata

1) Cosa si intende per carne rossa?
Il riferimento è alla carne di tutti i mammiferi, inclusi manzo, vitello, maiale, agnello, montone, cavallo e capra.

2)Cosa si intende per carne lavorata?
Il termine comprende tutte le carni che sono state in qualche modo «trasformate», ovvero salate, essiccate, fermentate, affumicate, trattate con conservanti o in altre maniere per migliorarne il sapore o la conservazione. La maggior parte delle carni lavorate comprende maiale o manzo. Esempi di questa categoria sono gli hot dog (o wurstel), prosciutti, salsicce, carne in scatola o sotto sale, così come i preparati o i sughi a base di carne.

Leggi tutto

Allarme carne rossa

allarme carne rossa 1La notizia recente che l’Organizzazione Mondiale della sanità ha incolpato la carne rossa e lavorata di essere all’origine del cancro rende necessaria la diffusione del documento originale nonché all’aggiunta di alcune spiegazioni scientifiche non comparse sugli organi di stampa.

In allegato postiamo il documento originale della IARC (Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro) e la traduzione italiana pubblicata il 28 ottobre dal Corriere della Sera on line.
La trattazione dell’argomento in domande e risposte rende la comprensione più agevole.

Leggi tutto

Steatosi epatica – Malattia del fegato grasso

dott fusaroli 2Definizione ed epidemiologia

La steatosi epatica non alcolica (NAFLD – Non Alcoholic Fatty Liver Disease) consiste in un accumulo di grasso nelle cellule del fegato. Normalmente il grasso rappresenta meno del 5% del peso del fegato; quando questa percentuale è più alta, si parla di steatosi.

La NAFLD è diventata uno dei più comuni problemi del fegato dei paesi sviluppati. Può interessare soggetti astemi o che assumono piccole quantità di bevande alcoliche (meno di 20 gr/die per le donne e 30 gr/die per gli uomini, che equivalgono circa a 1 boccale di birra o 1 bicchiere e ½ di vino o 1 bicchierino di superalcolico).

Al momento della diagnosi vanno esclusi eventuali altri fattori di danno epatico quali l’abuso di alcol, le infezioni virali, le patologie autoimmunitarie, le patologie da accumulo nel fegato.

Leggi tutto

Disturbi funzionali gastrointestinali

I Disturbi Funzionali Gastrointestinali (FGID)

 Cosa sono?
Con questa denominazione si comprendono tutte quelle condizioni in cui le normali funzioni motorie e la sensibilità dell’innervazione dell’apparato digerente sono alterate, ma alla cui origine non si riesce ad evidenziare una causa organica.
Queste alterazioni funzionali possono affliggere ogni tratto dell’apparato digerente, esofago, stomaco, intestino tenue e colon.
Hanno decorsi molto lunghi e variabili, sono caratterizzate da sintomi imprevedibili e hanno effetti fortemente debilitanti sulla qualità della vita di chi ne soffre.

Leggi tutto

Parliamo di epatite C

Epatite C epidemiologiaEpidemiologia

L’Epatite C è un’emergenza sanitaria globale: i pazienti nel mondo sono oltre 180 milioni.
L’Italia si colloca al primo posto in Europa per numero di persone positive al virus dell’Epatite C con più di un milione e mezzo di pazienti, 1.000 nuovi casi e 20.000 decessi ogni anno.
L'epatite C è una malattia infettiva causata dal virus HCV (o virus dell'epatite C).

Leggi tutto

5xMILLE

5PERMILLE
E' possibile contribuire con il vostro 5 per mille alla ricerca scientifica in Gastroenterologia, indicando nell'apposito modulo il Club Italiano di Ecoendoscopia CF 91223980375

Newsletter

Registrati alla newsletter periodica di Gastroenterologiaunibo.it

Privacy e Termini di Utilizzo